Piuttostoche

Piuttostoche

Pierluca Mariti ha32 anni e sui social si definisce comico.

Parla delle cose che gli capitano, ma anche di cultura pop (Serie Tv, Musica, Cinema), cucina,
questioni di genere e di diritti.
E' molto autoironico e cerco di dare sempre una lettura leggera e spontanea della realtà.
Nel 2020 inizio a creare contenuti su Instagram dopo qualche settimana di Lockdown. Il profilo inizia a
ricevere diverse attenzioni grazie ad alcuni video di balletti, in particolare uno con insuoi genitori e la sigla de
La Signora in Giallo, ad ottobre 2020, e da lì parte una crescita costante nei mesi successivi.
I formati esplorati finora sono IG Storie di racconti personali o di commento a serie tv o video (si trovano in
evidenza), IG Live, spesso in compagnia di amici, col pretesto di creare ricette, ma realmente per
chiacchierare, Reel comici, IGTV per affrontare temi più complessi ed elaborati.
A Marzo 2021 partecipo a Citofonare Passoni per il commento del Festival di Sanremo

Live:
Da Agosto 2021 ha iniziato a portare in giro il mio spettacolo “Ho fatto il Classico”, con l’associazione
@wereading.
A Settembre 2021 ho portato sul palco del TEDx Ferrara il mio monologo “È da femmina!”
Sempre a Settembre 2021 conduco un panel per il Festival delle Serie TV e partecipo al Mix Festival e al Mica
Macho Fest

Formazione:
Laureato in Giurisprudenza nel 2014, anche se avrebbe voluto studiare per diventare attore. Nonostante gli ottimi voti, mi sono allontanato dalla carriera di giurista e si dedicato alla carriera in azienda.
Nel 2015 inizia a lavorare in IKEA, negli uffici centrali, dove divento Project Manager in ambito commerciale,
di Comunicazione e posizionamento del brand.

Lingue:
-Inglese fluente 
-Spagnolo

Sinossi spettacolo:
Da Agosto 2021 ho iniziato a portare in giro il mio spettacolo “Ho fatto il Classico”, con l’associazione @wereading.
Ho fatto il Classico (90’ circa) nasce come reading, ma ha da subito assunto una natura di spettacolo a sé stante.
Chi ha fatto il Classico è solito rimarcarlo nelle conversazioni, generalmente per darsi un po' di arie. Io lo dico spesso,
ironicamente, sul mio profilo Instagram, e più per dire che quello è il mio ambito di competenze, e non altro.
Chi ha fatto il Liceo Classico sa che sin dal primo anno è condannato a studiare opere di persone morte anche migliaia di anni
prima e anche a ripetere il mantra “sono sempre molto attuali”. Io un po' ci credo, ed è quello che provo a dimostrare nello
spettacolo.
Attraverso una selezione di autori e di scritti classici, noti e meno noti, per compiere un viaggio attraverso l’ultimo anno e mezzo
che abbiamo tutti vissuto.
La pandemia ci ha fatto perdere il senno, come è successo a Orlando, ci ha fatto scoprire la precarietà della felicità, come ci
insegna Montale, ci ha dato una nuova definizione di rapporti a distanza, come nelle metafore della poesia Inglese del ‘600.
Il viaggio è sempre ironico e leggero, con diversi momenti di improvvisazione e conversazione con il pubblico.
Spesso, lo spettacolo si conclude con uno spazio per le domande libere dal pubblico e per un momento Tell Mama.
Tell Mama è un format molto popolare sul mio profilo Instagram (se ne trovano alcune selezioni qui (1, 2, 3, 4, 5). È una posta del
cuore ironica e caricaturale, che dal vivo viene riproposta con dei bigliettini anonimi dal pubblico e un lavoro di improvvisazione
per le risposte, che vogliono comunque far ridere e divertire gli spettatori.

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.